Allarme ‘land degradation’

http://www.ilcambiamento.it/territorio/aree_agricole_a_rischio_cnr_2013.html

Aree agricole, nel mondo l’84% è a rischio

“Circa 2 miliardi di ettari delle terre emerse sono interessati a diversi livelli da processi di degrado, compromettendo l’84% delle aree agricole a livello mondiale e coinvolgendo circa un quarto della popolazione del globo”. Lo rende noto Maria Luigia Giannossi, ricercatrice dell’Istituto di metodologie per l’analisi ambientale del Cnr, basandosi su nuovi studi che saranno illustrati a Pisa dal 16 al 18 settembre durante la manifestazione Geoitalia 2013 organizzata dalla Federazione italiana di scienze della terra.

Allarmante scenario descritto su “il Cambiamento”
http://www.ilcambiamento.it/territorio/aree_agricole_a_rischio_cnr_2013.html

L’articolo conclude così: “Il degrado delle terre e dei suoli agricoli dipende da fattori climatici e di origine antropica – soprattutto per quanto riguarda i paesi industrializzati – come una gestione impropria del territorio, e ha implicazioni dirette e indirette perché mette a rischio la sicurezza alimentare e il cambiamento climatico ma anche, conclude Giannossi, ”le guerre legate allo sfruttamento delle risorse naturali e la conseguente presenza di ecorifugiati”.

Si tratta quindi di una tra le maggiori emergenze sociali e ambientali del nostro tempo, per questo ora anche la comunità scientifica sta riconoscendo questa emergenza, munendosi di strumenti per il monitoraggio del degrado e consumo di suolo agricolo.

Fonti: IMAA Cnr

 

Tagged with: , , , ,
Pubblicato su AMBIENTE, articoli, per saperne di più, Pratiche agricole
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: